Ritratto

 

Scopo del Museo svizzero del Tiro è quello di illustrare la storia del tiro in Svizzera e di raccogliere, eventualmente ereditare e di sistemare ordinatamente tutto quanto vi è collegato, come armi, munizione, talleri della festa, medaglie, calici, rapporti e fatture di feste di tiro, piani di tiro e regolamenti, cartelloni, modellini, letteratura ecc. La collezione attuale di proprietà del Museo del Tiro dispone di questi oggetti e documenta la storia a partire dalla fondazione della Società Svizzera dei Carabinieri nell’anno 1824. Fanno pure parte dei beni raccolti anche una panoramica completa delle armi da fuoco a partire dal 1817, trofei di tiro di importanza nazionale ed internazionale, coppe e litografie, cartelloni come pure calici, orologi e medaglie di tiro.

Il Museo svizzero del Tiro, sin dalla sua fondazione è servito quale archivio per la Società Svizzera dei Carabinieri, l’odierna Federazione sportiva svizzera di tiro (FST), come pure quale centro d’informazione per il tiro in Svizzera. Con le tematiche esposizioni speciali annuali viene ripreso un evento attuale in relazione con il tiro in Svizzera, viene messo in scena ed arricchito con lo sfondo storico.

La gestione viene finanziata dalla Federazione sportiva svizzera di tiro, secondo la convenzione di prestazione del 1. gennaio 2007.

Con sponsorizzazioni, offerte e contributi da parte dell’ amici del Museo svizzero del Tiro vengono resi possibili esposizioni speciali, eventi ed acquisti.

Il Museo svizzero del Tiro bada ad una vivace collaborazione con altre organizzazioni culturali e commissioni specialistiche.

 

Attuale

 

Exposizione speciale

 

Il deposito

→ Il deposito